2° Incontro GR Ado

Domenica 3 gennaio 2021, si è svolto il secondo incontro di GR Ado rivolto a diversi adolescenti appartenenti agli oratori salesiani di tutta la Sicilia e, ancora una volta, in modalità telematica. Il GR Ado è un incontro a tappe, da seguire in continuità. Se l’incontro precedente si è basato sul “Progetto Isacco”, questa volta la tematica è stata il #cambiamento.

Grazie all’equipe del GR, il momento iniziale ha previsto una lectio condotta da don Dario Spinella. Attraverso vari passi del Vangelo, don Dario ci ha portati man mano alla conoscenza della figura dell’apostolo Pietro: persona impulsiva e testarda che  però Gesù riesce a trasformare, come la metamorfosi del bruco in farfalla. (“Il Signore non sceglie le persone capaci, ma rende capaci le persone che sceglie”). La diffidenza di Simon Pietro, vista nel capitolo 13 del Vangelo di Matteo, in qualche modo ci rappresenta soprattutto quando ci capita di allontanarci da Lui, di abbandonarci alle tentazioni, al male, di non fidarci di Gesù!

Suor Valeria Marotta, invece, ci ha presentato alcuni aspetti della vita di don Bosco e di Madre Mazzarello. Per don Bosco fu decisivo e determinante l’incontro e l’amicizia con don Colosso poiché divenne suo confidente, un amico stabile, una “cometa”. Per non parlare dell’amicizia fra don Bosco e Luigi Comollo: l’amico che lo accompagnò nel suo cammino di vita e di studi, compagno incomparabile al quale Giovanni indirizzava numerose lettere e che stimava per le sue virtù.

Più vicina al mondo adolescenziale è invece la figura di Madre Mazzarello, tale da essere definita “né un’acqua cheta, né una santarella” – basti pensare che aveva una certa ripugnanza nel fare la confessione -, ma l’aiuto e la guida spirituale di don Pestarino e di suo padre, uomo saggio, sono state decisive per la sua crescita spirituale e umana.

Dopo aver condiviso e riflettuto su queste tre figure (Pietro, don Bosco, Madre Mazzarello), che hanno portato nella loro vita l’idea del #cambiaresipuò –  slogan di questo secondo incontro – gli educatori hanno suddiviso la room principale in altri piccoli sottogruppi guidati da un membro dell’equipe e lì abbiamo condiviso un aspetto più spigoloso che caratterizza il nostro carattere e che più volte abbiamo pensato di non poter cambiare. Ci siamo resi conto che invece il cambiamento è possibile anche per la presenza di un “amico dell’anima” (un don, una suora, una animatore adulto, …), un dono di Dio – che sia confessore o educatore – con cui condividere il proprio percorso. Come trovarlo? Iniziando dalla preghiera! È il miglior modo per metterci in ricerca! Il suo ruolo sarà quello di ascoltarci, consigliarci, di “bacchettarci”, o meglio, correggerci quando necessario, e guidarci con amorevolezza nel cammino che ci porta alla vera felicità.

È stato un momento non solo formativo ma – per noi – anche commovente, soprattutto perché ha toccato il nostro cuore, la nostra voglia di cambiamento. È stato ricco di suggerimenti da iniziare a mettere in pratica. La benedizione di don Giovanni d’Andrea – Ispettore dei Salesiani di Sicilia – ha concluso questo secondo incontro e ci ha proiettati verso il prossimo GR Ado: 14 febbraio 2021!

E non dimenticate: #cambiaresipuò … con un amico accanto!

Paola Migliore e Giorgia Incardona
Oratorio S. Domenico Savio – Gela