QUI C’Ѐ “CAMPO”!

Qui c’è “campo”!

Ѐ questo il titolo del progetto formativo sviluppato dall’équipe di formazione del Movimento Giovanile Salesiano di Sicilia e la consulta regionale, che verrà concretizzato tra novembre 2020 e gennaio 2021. Coloro i quali hanno costruito tale progetto, infatti, sono stati mossi dalla voglia – quasi necessità – di portare avanti la propria vocazione e missione di apostoli tra le genti secondo l’insegnamento di don Bosco, soprattutto durante questa seconda ondata di pandemia di Covid-19.

Ma perché scegliere Qui c’è “Campo”! come titolo? Ebbene, tutto nasce da un gioco di parole dovuto alla doppia connotazione che assume la parola campo.

Da un lato, si coglie nell’immediato il collegamento alla proposta educativo-pastorale di quest’anno, ovvero Nel Cuore del Mondo: “Ecco il tuo campo, ecco dove devi lavorare”, citazione contenuta nel sogno dei 9 anni di don Bosco (nucleo fondamentale del cammino triennale 2020-2023). Dall’altro, il campo è quello che disperatamente cerchiamo quando il nostro telefono smette improvvisamente di funzionare, a causa del segnale scarso o insufficiente! Seppur apparentemente distanti, si tratta di due sfumature dello stesso termine che ben si conciliano con la finalità di questo cammino di formazione.

L’obiettivo del progetto? Realizzare incontri e itinerari da remoto rivolti ai preadolescenti, adolescenti e giovani che, in questo momento più che mai, sentono la mancanza (non solo fisica) di un posto che per loro è casa. Per accompagnarli nel loro cammino di crescita umana e spirituale, infatti, i membri delle varie équipes del MGS di Sicilia non si sono fatti trovare impreparati di fronte alle nuove restrizioni, decidendo anzi di sviluppare un percorso formativo per le giovani anime che Dio affida loro tramite don Bosco.

Gli eventi a livello ispettoriale che si susseguiranno in questi tre mesi si terranno attraverso le risorse e i mezzi che questo periodo ha reso infelicemente inevitabili. Tra i principali elenchiamo:

  • Scuola Animatori (6 dicembre 2020, 17 gennaio 2021), destinato agli adolescenti impegnati nei propri ambienti nell’animazione durante l’anno, affinché possano continuare la formazione da Animatori Salesiani e riflettere su tematiche incentrate sul loro futuro;
  • Giovani di Parola (13 dicembre 2020, 10 gennaio 2021), itinerario realizzato per i giovani dai 18 anni in su, con lo scopo di conoscere, meditare e condividere la Parola di Dio;
  • Ritiro Spirituale di Avvento (20 dicembre), perché gli adolescenti si possano preparare al meglio al periodo che intercorre tra l’Avvento e il Natale;
  • GR Ado (15 novembre 2020, 3 gennaio 2021), gruppo di ricerca indirizzato ad alcuni adolescenti già impegnati nei propri ambienti salesiani, in modo tale da poter (ri)scoprire la gioia della fede cristiana e imparare a viverla con coerenza;
  • Scuola di Mondialità (7 novembre e 12 dicembre 2020), la cui serie di incontri ha avuto inizio in presenza nella prima decada di ottobre, ma che ora continuerà da remoto, per confrontarsi e ampliare il proprio sguardo sulla mondialità.

Andando di pari passo con questa serie di incontri, alle singole comunità salesiane verranno forniti dei sussidi divisi per fasce d’età e pronti all’uso, in modo tale che nel locale gli educatori riescano a seguire ragazzi e giovani più da vicino.

Infine, a coronare le proposte del progetto Qui c’è “Campo”! contribuiranno anche una serie di contenuti che saranno pubblicati sui social network del MGS Sicilia, quali:

  • Podcast le cui puntate settimanali verteranno sul commento al Vangelo delle domeniche di Avvento e Natale;
  • Podcast che tracceranno un itinerario sull’identikit dell’Animatore Salesiano, previsti per il mese di Gennaio;
  • Video su don Bosco e i sogni in prossimità della festa del nostro santo fondatore – anche questi, dunque, disponibili nel mese di Gennaio.

Nonostante questo frangente, per svariati motivi, stia mettendo tutti alla prova, è importante – seppur difficile – tenere a mente l’importanza della cura della nostra persona, mente e anima… E quale modo migliore per incentivare questo “buon proposito” se non intraprendendo un cammino che possa contribuire a rendere speciale la nostra quotidianità?

Giuditta Garufi

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.