Don Bosco Island…esperienza di Famiglia Salesiana in Sicilia

di Giulia Venco

In Sicilia è nata una nuova associazione: “Don Bosco Island”. Domenica 9 novembre presso la Playa di Catania vi è stata la presentazione alla Famiglia Salesiana. Si tratta di un’Associazione Temporanea di scopo nata dalla collaborazione tra Salesiani di don Bosco, Figlie di Maria Ausiliatrice, le ONG salesiane Vis e Vides, i Salesiani per il Sociale (Federazione SCS/CNOS), e le associazioni regionali Don Bosco 2000 e MetaCometa. Il suo scopo è la gestione di alcune realtà salesiane siciliane con particolare attenzione all’accoglienza dei giovani migranti e l’integrazione interculturale.

Tutta la famiglia salesiana dell’isola si è stretta per manifestare il proprio entusiasmo. Stanno infatti nascendo molti progetti grazie al lavoro di èquipe tra i membri dell’associazione: ognuno porta il proprio knowhow così da contribuire alla progettazione e alla realizzazione d’interventi integrati e partecipati che possano diventare una risposta concreta al fenomeno dell’immigrazione, promuovere la cultura dell’accoglienza e dell’integrazione e possano altresì partire dalla Sicilia con l’obbiettivo di creare rete insieme ad altre realtà italiane.

Ogni progetto è mosso dal desiderio di agire come don Bosco: aiutare, grazie al carisma salesiano, i giovani, specialmente i più poveri, nella crescita personale, facendoli sentire amati. Nel corso della presentazione hanno espresso questo intento l’ispettore dei salesiani don Pippo Ruta, la vicaria ispettoriale delle FMA suor Gina San Filippo, il presidente della federazione SCS/CNOS don Giovanni D’Andrea, il delegato nazionale del VIS don Guido Errico, la presidente del VIDES Trecastagni Seba Messina e il presidente dei salesiani cooperatori di Sicilia Giuseppe Raitano. Agostino Sella dell’associazione don Bosco 2000 ha inoltre narrato le origini dell’associazione: l’idea dell’ATS era nata per soddisfare un’esigenza del mondo salesiano siciliano, ma non solo, rispetto al fenomeno dell’immigrazione, che oggi non può più essere considerato emergenza.

La mission di Don Bosco Island si esprime in tre obiettivi. Il primo è quello di unire le straordinarie energie che il carisma salesiano suscita ancora in Sicilia, nel mondo delle associazioni laicali, tra i giovani, tra i volontari e gli operatori, per un intervento integrato e organico a favore dei flussi migratori dell’emergenza sbarchi. Il secondo prevede l’apertura di comunità-filtro e centri di prima accoglienza per immigrati provenienti dal mare per realizzare un “pezzo” del progetto complessivo nazionale coordinato dagli enti salesiani(SCS-VIS-VIDES). Il terzo obiettivo è dare vita a luoghi di accoglienza: laboratori permanenti di integrazione, spazi di riflessione e di costruzione dal basso, centri per la promozione della interculturalità e delle identità plurali.

Salvo Adamo dell’associazione MetaCometa, ha infine raccontato che cosa sia “L’Isola di don Bosco”: uno dei primi progetti dei quali si occuperà l’ATS Don Bosco Island. Proprio presso la Playa si sogna la creazione di una cittadella dell’integrazione nella quale, oltre al centro di accoglienza migranti, potrà sorgere l’Oratorio dei Popoli. Aggregazione, accoglienza, partecipazione, integrazione, formazione ed incontro sono solamente alcune delle parole chiave che muovono il progetto. Il desiderio è di far partecipare tutti coloro che sono interessati alla realizzazione del sogno, attraverso lo scambio di idee, proposte e attività. Al termine della presentazione don Pippo Ruta ha presieduto la Santa Messa, durante la quale ha ricordato l’importanza di costruire ed essere “ponti” tra la gente, alternativi ai “muri”, così da seguire sempre l’esempio di don Bosco, immagine di Gesù.

Tutti coloro che desiderano sognare insieme l’Isola di don Bosco ed essere aggiornati sui progetti possono inviare una e-mail all’indirizzo donboscoisland@gmail.com e seguire la pagina Facebook “Don Bosco Island”. “Nelle cose che tornano a vantaggio della  pericolante  gioventù o servono a  guadagnare  anime a Dio, io corro avanti fino alla  temerità.”(don Bosco)

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.