Chiamò a sé quelli che egli volle – GR Leader – zona Catania

Il 16 Novembre si sono svolti i primi incontri del GR Leader dell’Ispettoria.

Per poter accogliere il maggior numero possibile di ragazzi, quest’anno gli incontri sono stati organizzati per zona (Catania, Messina, Centro Sicilia, Sicilia Occidentale e a Palermo) ed in una unica giornata. Per la zona di Catania hanno partecipato circa 30 ragazzi provenienti dalle case salesiane San Filippo Neri nuovo, San Filippo Neri vecchio,  Librino, Salette, Bronte e Cibali.

Il tema del primo incontro è stato: “Ti ho chiamato per nome… Perché sei prezioso ai miei occhi”. Si è riflettuto molto sulla chiamata dei  12 Apostoli, sul significato reale di questa parola e sulla trasposizione dei 12 ai giorni nostri e, in specie, ai ragazzi scelti per il GR Leader.

g1Dopo un breve momento di animazione, i ragazzi sono portati ad “entrare” nel tema della giornata con un video provocazione inerente al passo del vangelo di Marco in cui Gesù chiama i 12 tra la folla. I ragazzi sono stati prima invitati ad osservare le espressioni del volto e le reazioni dei personaggi “chiamati” da Gesù, e poi a riflettere sul passo del Vangelo. Successivamente i ragazzi hanno partecipato alla Messa celebrata nella Chiesa dell’oratorio San Giovanni Bosco della Salette.

Finita la Messa, i ragazzi hanno continuato ad affrontare il tema della “chiamata”  attraverso delle dinamiche di gruppo. La prima consisteva nello scrivere, in maniera personalizzata, il proprio nome, i propri pregi e difetti, in una facciata del foglio e nell’altra un personale slogan della giornata, relativo al passo biblico o al momento formativo.

La seconda dinamica è stata quella della “pasta”:  i ragazzi,  ad uno ad uno e bendati, dovevano ascoltare la voce guida, posta dalla parte opposta della stanza,  attraverso un percorso ad ostacoli al fine di raggiungere il termine del percorso. Durante il tragitto,  il ragazzo doveva fidarsi e concentrarsi solo sulla voce guida,  mentre veniva disturbato dagli altri ragazzi che tentavano di sovrapporsi alla voce della guida e dare informazioni sbagliate.

g12La prova successiva consisteva nel ripetere lo stesso percorso,  ma stavolta guidati passo passo da un accompagnatore, posto accanto al ragazzo, così da rendergli più facile l’attraversata e da fargli capire quanto sia importante l’essere accompagnato nelle scelte della vita.

Il GR Leader è continuato con il pranzo, seguito da una “caccia al tesoro” a tema con la giornata e il definitivo commiato, con una conclusiva riflessione sul gioco di parole “ A-posto-li” = “ ha posto lì”, cioè sull’essere seguaci e continuativi della missione evangelizzatrice cristiana nelle nostre realtà locali.

Ai ragazzi è stato dato in dono un foglio con l’impronta di un piede, su cui scrivere il nome di una persona a loro vicina che si impegnano ad aiutare.

                                                                                              gruppoAndrea Privitera e Roberta Tardo

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.