Beato GIUSEPPE KOWALSKI, sacerdote, martire

Oggi, 29 maggio, si ricorda la memoria del Beato Giuseppe Kowalski. Ecco una sua breve biografia.

thumbnailimageGiuseppe Kowalski nacque il 19 marzo 1911 a Siedliska (Polonia). Fin dalla giovane età mostrò i segni della vocazione per dedicarsi in modo particolare a Dio. Nel 1927, dopo aver concluso il ginnasio salesiano a Oswięcim, venne accettato nel noviziato della Congregazione Salesiana. Già come seminarista viveva un desiderio spirituale, che riportò sul suo taccuino: „soffrire ed essere disprezzato per te, Signore‟. Dopo aver compiuto le singole tappe della formazione, fu ordinato sacerdote nel 1938 e subito si impegnò nel lavoro educativo pastorale presso l‟opera salesiana a Cracovia. Il 23 maggio 1941, insieme con altri salesiani venne arrestato dai nazisti e portato nel campo di sterminio a Oswięcim (Auschwitz). Anche in questo luogo visse profondamente la propria identità sacerdotale: con il ministero e la testimonianza personale portava la speranza ai compagni di sofferenza. Fu martirizzato il 4 luglio del 1942, vittima dell‟odio alla religione e alla fede. La ragione contingente del suo martirio fu il fatto di non voler calpestare la corona del rosario. Il Papa Giovanni Paolo II l‟ha proclamato beato il 13 giugno 1999 a Varsavia, insieme con un gruppo di 108 martiri polacchi, vittime della persecuzione nazista durante la seconda guerra mondiale.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.