CG 27 SDB : Testimoni della radicalità evangelica

l Rettor maggiore dei salesiani Don Pascual Chavez orienta la congregazione verso il capitolo generale 27 “testimoni della radicalità evangelica”.

fo CG

Con la data del 4 aprile Don Pascual Chavez, Rettor Maggiore dei Salesiani, concludendo la sessione plenaria del Consiglio Generale, ha formalmente indicato alla Congregazione Salesiana il tema del prossimo Capitolo Generale: il 27° nella storia della Congregazione. Si svolgerà a Torino e a Roma a partire da sabato 22 febbraio 2014. Si tratta di un Capitolo Generale che pienamente si inserisce nel cammino di tutta la Contrazione verso il Bicentenario della nascita di Don Bosco (1815-2015): Il Regolatore, che sarà aiutato in questa prima fase di preparazione da un Commissione tecnica composta da membri del Consiglio Generale, è Don Francesco Cereda.Il tema di studio e di riflessione sarà integrato da altri temi, quali l’elezione del Rettor Maggiore e Consiglieri, e dalla verifica di alcuni ambiti organizzativi della Congregazione a livello generale.

Ecco alcuni passi della Lettera del Rettor Maggiore. Tema del CG 27: “Testimoni della radicalità evangelica”. Il tema scelto riguarda la testimonianza della radicalità evangelica, che trova nel motto “lavoro e temperanza” (cfr. Cost. 18) un’esplicitazione del programma di vita di Don Bosco “da mihi animas cetera tolle”. Esso intende aiutarci ad approfondire la nostra identità carismatica, rendendoci consapevoli della nostra chiamata a vivere in fedeltà il progetto apostolico di Don Bosco. L’argomento è vasto. Per questo abbiamo voluto focalizzare l’attenzione del CG27 attorno a quattro aree tematiche: vivere nella grazia di unità e nella gioia la nostra vocazione consacrata salesiana, che è dono di Dio e progetto personale di vita; fare una forte esperienza spirituale, assumendo il modo d’essere e agire di Gesù obbediente, povero e casto e diventando ricercatori di Dio; costruire la fraternità nelle nostre comunità di vita e di azione; dedicarsi generosamente alla missione, camminando con i giovani per dare speranza al mondo. Obiettivo fondamentale del CG 27 Il CG27 intende aiutare ogni confratello e ogni comunità a vivere in fedeltà il progetto apostolico di Don Bosco. Il CG27 desidera quindi, in continuità con il CG26, rafforzare ulteriormente la nostra identità carismatica. Tale obiettivo è presentato negli articoli iniziali delle Costituzioni: noi salesiani infatti siamo chiamati a “realizzare in una specifica forma di vita religiosa il progetto apostolico del Fondatore” ; inoltre nella nostra specifica forma di vita, “la missione apostolica, la comunità fraterna e la pratica dei consigli evangelici sono gli elementi inseparabili della nostra consacrazione, vissuti in un unico movimento di carità verso Dio e verso i fratelli” (Costituzioni SDB articolo 2).

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.