Face to face…

di Melania Di Bella e Clelia La Placa

Catania, 8-9 febbraio 2014: un week-end all’insegna della gioia in un clima di famiglia e di “santità” tipicamente salesiano!

Anche quest’anno ha avuto inizio il “FACE TO FACE con la Parola ”, un percorso formativo che ha preso il via da tre anni nella nostra ispettoria sicula. Il percorso, indirizzato a giovani ragazze che desiderano confrontarsi con la Parola di Dio e con il carisma salesiano e approfondire la spiritualità delle Figlie di Maria Ausiliatrice, ha come obiettivo quello di portare ciascuna a rileggere la propria storia alla luce della Parola, ad allenare l’anima al silenzio, al discernimento e alla preghiera e compiere così scelte di vita coraggiose e testimonianti per dare “cuore e gambe” al progetto unico e originale che Dio ha per ognuna.

DSC_0076In questa terza tappa otto ragazze di età e provenienza diversa hanno avuto la possibilità di incontrarsi, conoscersi e trascorrere insieme un week-end “alternativo”, pensato ed organizzato dalle FMA juniores, coordinate da Sr Assunta Di Rosa, responsabile dell’ambito della pastorale e da sr Maria Pisciotta, responsabile dell’ambito della formazione. L’incontro, avuto inizio il sabato pomeriggio e terminato domenica dopo pranzo, si è svolto in un clima di vera famiglia, nella semplicità, nell’armonia e nella gioia, note salienti delle case salesiane, è stato suddiviso in diversi momenti, ciascuno molto originale e arricchente! Primo fra tutti quello di presentazione e conoscenza delle partecipanti attraverso un gioco e lo scambio di un “vivace” augurio per la vita; a seguire un momento formativo, attraverso il quale le ragazze hanno potuto approfondire e prendere sempre più consapevolezza del fatto che la Vita è Vocazione, Dono e Impegno e che la Vocazione altro non è che il Sogno di Dio su ciascuna, realizzando il quale si può essere “Felici nel tempo e nell’eternità”! Molto arricchente il tempo di riflessione per un confronto con se stesse e con la propria vita aiutate dalla “Canzone di San Damiano”, brano che sottolinea che il Sogno che ciascuno porta dentro di sé può essere realizzato solo con amore, umiltà, impegno; con l’esperienza, passo dopo passo, delle semplici, ma grandi gioie di ogni giorno…per andare avanti nel cammino e, “una pietra dopo l’altra” arrivare “in alto”!

Altro momento significativo è stato il “FACCIA A FACCIA con la Parola”, nella seconda giornata. Un momento di lectio per “spezzare” la Parola (Lc 1, 26-38), poterla meglio “masticare” e, nel “silenzio” esteriore ed interiore, rivedere la propria vita, il proprio vissuto; per riflettere e riflettersi nella vocazione di Maria, umile serva del Signore, che pur avendo “un altro progetto” ha saputo come “credente” coltivare un «Sogno» più grande: compiere il progetto che Dio aveva nella sua vita… non perseguendo la sua logica, maaffidandosi totalmente alla sua volontà.

Questi momenti , arricchiti dalla fraternità e dalla gioia dello stare insieme, sono stati impreziositi soprattutto dall’opportunità di stare a “tu per tu” con Gesù, incontrato nella Parola, nella Mensa Eucaristica e nella Preghiera. Opportunità davvero speciale, dove potersi ritrovare, “ri-creare” e sperimentare, nella semplicità e nella gioia, la Tenerezza di un Padre che da sempre ci ama! 

 

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.