Lo Hobbit

Rubrica “film” a cura di: Andrea Papale

Questa rubrica raccoglie film che diano un messaggio e abbiano un tema formativo lasciando qualcosa a chi li guarda!

lo hob 2Lo Hobbit un Viaggio Inaspettato.  (The Hobbit: An Unexpected Journey) è un film del 2012 diretto, prodotto e sceneggiato da PeterJackson. È la prima pellicola della trilogia de ”Lo Hobbit, antefatto della trilogia de Il Signore degli Anelli, sempre diretta da Jackson. Tratto dalla parte iniziale del romanzo ”Lo Hobbit” e dalle Appendici de Il Signore degli Anelli di John Ronald Reuel Tolkien, il film è uscito, distribuito dalla Warner Bros, il 14 dicembre 2012 negli Stati Uniti d’America e il 13 dicembre 2012 in Italia. La pellicola è incentrata sull’esordio di una grande missione. Un incipit che parte,lento , dalle pigre giornate di un Hobbit comodista , Bilbo Baggins, trascorse nell’idilliaco villaggio di Hobbiville dove il tempo passa, sempre uguale, per poi acquisire unGoblin, Orchi pallidi e troll pelosi. Si tratta di un lungo processo (in cui vengono costantemente portate all’attenzione dello spettatore le idee di Patria da riconquistare, rivincita sul Male subito,etc) mirato,essenzialmente, alla formazione della personalità di Bilbo. Una ricerca quindi, che va ben oltre quella dei semplici tesori custoditi da un feroce e gigantesco rettile alato chiamato Smaug,splendida metafora dell’Avarizia spietata .Uno spunto di riflessione sulla capacità di saper adempiere alle scelte che ci vengono poste innanzi. Decisioni che,al principio, possono andamento più spedito con l’intervento dell’inaspettato. Il nostro protagonista,infatti,non avrebbe mai neanche immaginato che uno stregone,Gandalf il Grigio,potesse aver tenuto in considerazione lui,piccolo mezzuomo della Contea, per un Viaggio che li avrebbe condotti,insieme ad un gruppo di 13 coraggiosi nani, sino alle pendici di una Montagna,terra natia dei suddetti personaggi,usurpata e sorvegliata da un rosso drago sputa fiamme! “Lo Hobbit: un viaggio inaspettato”sembra,a prima vista, uno dei tanti film appartenente al genere Fantasy in cui Bene e Male si contrappongono a colpi di sortilegi elfici,tranelli dell’Oscuro e mostruose creature come sembrare insostenibili ed impraticabili ma,col tempo, divengono gradini fondamentali capaci di condurre alla Maturità dell’ Individuo.

lo hob 1

 Il personaggio di Gandalf è il grimaldello che permette a Bilbo di forzare la porta dell’egocentrismo e del suo egoismo e,così facendo, aprirsi al “Vasto Mondo” pieno di avventure “pericolosamente scomode”e al considerare gli altri con occhi nuovi,pieni di voglia di rendersi utile e affezione per i suoi compagni di viaggio.  A testimonianza di quanto detto sta l’avvertimento che lo stregone grigio fa a Bilbo nel salotto di casa Baggins,durante una delle prime scene: “Se farai ritorno,non sarai più lo stesso!”Lo spettatore è condotto proprio a constatare questa “crescita” graduale di Coraggio e astuzia nel Signor Baggins che lo porteranno,ad esempio,ad imbrogliare i tre troll,temporeggiando,  a superare i tranelli nell’oscurità della caverna di Gollum, etc … Primo di una trilogia cinematografica, il film di Jackson è minuzioso nel mantenere certe caratteristiche  del romanzo di Tolkien,come canti,ballate e caratteristiche fisiche dei personaggi. Alle volte prolisso nelle aggiunte volute dal regista,”lo Hobbit:un viaggio inaspettato” si presta a molteplici riflessioni non solo di carattere morale ma anche strettamente tecnico in riferimento alla realizzazione e produzione.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.