Novena 3° Giorno – La carità

III Giorno > 3° diamante: LA CARITA’

“Fate del bene a tutti, del male a nessuno.” (d..B, MB VI,694)

Meditazione

È la virtù  per la quale amiamo Dio al di sopra di tutto e il nostro prossimo come noi stessi per amore di Dio.

Utilizzando le parole del Papa nella sua enciclica Deus caritas est«il programma del cristiano è un cuore che vede». Proprio per questo occorre educarsi a vivere la carità. Nel sogno don Bosco ricorda che «La Carità capisce tutto, sopporta tutto, vince tutto; predichiamola colle parole e coi fatti».

Un giovane che vive la carità è capace non solo di disponibilità e gratuità, non solo a dare qualcosa, ma tutto se stesso. Immersi in una società dove prevale la cultura ‘debole’ della morte, la carità vissuta diventa la testimonianza e la diffusione della cultura della vita. L’Amore ricevuto diventa cura dell’altro e per l’altro.  Abbiamo bisogno di ricuperare la logica  evangelica che è fatta di pura gratuità. Don Bosco diceva: «Il Signore ci ha messo al mondo per gli altri. Le opere di carità non si fanno per essere pagati». E ancora: «Fai del bene, fanne tanto e non sarai mai pentito di averlo fatto».

Preghiamo: per il Movimento Giovanile Salesiano perché sia segno dell’amore di Dio per i giovani più poveri

Impegno: Vivo concretamente la carità, in uno degli atteggiamenti suggeriti da S. Paolo nella 1 Cor 13,4ss stando con i ragazzi più difficili

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.